Rassegna stampa del 12/10/2018

La rassegna stampa odierna

logo rassegna stampa

Vi proponiamo alcune notizie d'interesse pubblicate negli utlimi giorni.

  • Le criticità del rapporto tra Servizi di Prevenzione delle ASL e RLS
    Abbiamo presentato più volte il ruolo dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, gli RLS, figure strategiche nel sistema di prevenzione ma che evidenziano spesso criticità e difficoltà nell’esercitare il proprio ruolo di soggetti “informati e coinvolti” nei processi della gestione della sicurezza in azienda.
  • Rilevare i quasi infortuni nelle residenze sanitarie assistenziali
    Nella rappresentazione grafica della piramide degli infortuni, gli infortuni lievi e gravi rappresentano una piccola parte di tutte le anomalie, le disfunzioni, gli incidenti e infortuni mancati o sfiorati che avvengono nei luoghi di lavoro. E come ricordato anche nel convegno “ Gli incidenti mancati e la consapevolezza del lavoratore”, organizzato da PuntoSicuro, la segnalazione e valutazione dei quasi infortuni possono migliorare sensibilmente le strategie di prevenzione aziendali.

Rassegna stampa del 28/09/2018

La rassegna stampa odierna

logo rassegna stampa

Vi proponiamo alcune notizie d'interesse pubblicate negli utlimi giorni.

  • L’analisi di Opi Firenze-Pistoia sulle Rsa della Toscana
    Una Rsa capace di conciliare un’assistenza personalizzata, che mira al benessere della persona, con una sfera sanitaria che sappia offrire competenza e sicurezza. È questo il tema al centro dell’analisi sulle Rsa toscane, condotto dal gruppo di Opi Firenze-Pistoia che si occupa di Rsa e continuità assistenziale, composto da Giampaolo Scarselli, Isabella Caponi, Matteo Mugnai, Cristina Banchi e Massimiliano Luciani.
  • Coniugare al meglio qualità della vita e problemi sanitari. L’analisi sulle Rsa della Toscana di Opi Firenze-Pistoia
    «Ad oggi solo il 3% degli anziani vive in RSA e in futuro si attende un incremento della domanda visto che la media europea è del 5%. Anche ampliando l’offerta di servizi domiciliari non è prevedibile una riduzione della richiesta di servizi residenziali; sugli incentivi economici per l’assistenza familiare basata sulle “badanti” sarebbe opportuna un’adeguata e realistica riflessione. Nel futuro aumenteranno i bisogni sia per numero che per complessità. Questo quadro epidemiologico impone la necessità di assicurare da parte della comunità nazionale e regionale una adeguata copertura finanziaria ai costi assistenziali della non autosufficienza degli anziani».

Rassegna stampa del 24/09/2018

La rassegna stampa odierna

logo rassegna stampa

Vi proponiamo alcune notizie d'interesse pubblicate negli utlimi giorni.

  • Notazioni sul concetto di “professione intellettuale”
    Poiché non esiste una nozione legislativa di professione intellettuale[1], la ricostruzione del relativo concetto non può che prendere le mosse da un’indagine di fatto, la quale consenta una individuazione di quei caratteri che valgono a caratterizzarla rispetto a qualsiasi altra attività lavorativa.
  • Classifica Bloomberg 2018: sanità italiana al 4° posto nel mondo per efficienza. Secondi in Europa dopo la Spagna. Ultimi, Usa e Bulgaria
    Appena pubblicata l’ultima classifica Bloomberg Health Care Efficiency che calcola in base ai dati di Banca Mondiale, Oms, Nazioni Unite e FMI quali sono i sistemi sanitari più efficienti al mondo analizzando il rapporto tra costi e aspettativa di vita. E il nostro Paese ci fa una bella figura guadagnando due posizioni rispetto all’anno precedente. Al top Hong Kong. In Europa ci supera solo la Spagna che è terza nel mondo. Francia al 13° posto. Male Regno Unito (35° posto) e Germania (45° posto). Usa a fondo classifica al 54°, subito prima della Bulgaria

Copyright © 1998 - 2018 Cod. Fisc. 94270640488 - Tutto il materiale è di proprietà dell'Ordine Interprovinciale delle Professioni Infermieristiche di Firenze e Pistoia - Riproduzione vietata anche parziale
Powered by Joomla!® - Project Manager e Webmaster Enrico Dolabelli